Fico Eataly a Cannes si aggiudica il Mipim Award 2018

Fico Eataly a Cannes si aggiudica il Mipim Award 2018

Andrea Cornetti di Prelios ritira il premio.

“Un approccio innovativo al mondo enogastronomico”: è la motivazione che ha permesso a FICO Eataly World di aggiudicarsi ieri sera i MIPIM Awards 2018, gli “Oscar” del settore immobiliare, assegnati ogni anno dal più importante salone internazionale del real estate

Così il “parco agroalimentare più grande del mondo” di Bologna ha ottenuto il primo posto nella categoria Best Shopping Centre, battendo la concorrenza dei progetti Rive Gauche di Charleroi (Belgio), Suzhou Center di Suzhou (Cina) e Tokyu Plaza Ginza di Tokyo (Giappone). La categoria in cui FICO si è aggiudicato il riconoscimento premia i migliori centri commerciali, parchi commerciali e outlet in grado di offrire un’esperienza unica attraverso nuove tecnologie, eccellenza nei servizi e caratteristiche architettoniche all’avanguardia.

«Molto contenti! FICO è un fantastico contenitore che nasce da un importante contenuto, e al Mipim lo sanno bene – è stato il commento di Oscar Farinetti, fondatore di Eataly, e Tiziana Primori, amministratore delegato di FICO Eataly World –. Questo è un grande riconoscimento che va a tutta la squadra. Un luogo di retail si crea con 7 mosse umane. Chi pensa di farlo, chi pensa come farlo, chi progetta i contenuti, chi lo disegna, chi lo costruisce, chi lo gestisce e promuove. Nel caso di FICO Eataly Word tutti hanno lavorato con lo spirito di creare un luogo nuovo, utile a nostro Paese e utile a chi lo visita. Mipim sancisce che ci siamo riusciti. Bravi tutti! E ora torniamo al lavoro. Ci aspetta la nostra prima primavera e la prima estate. Prepariamoci ad accogliere tantissime persone».

FICO Eataly World è stato realizzato in poco più di tre anni con 250 milioni circa di investimenti e ha creato 900 nuovi posti di lavoro. Il progetto è promosso da Comune di Bologna, CAAB, Eatalyworld e Prelios SGR con la partecipazione dei principali investitori istituzionali italiani. Si sviluppa su oltre 10 ettari di superficie che racchiudono la biodiversità italiana, dal campo alla forchetta.

«Siamo molto soddisfatti che l’elevato contenuto innovativo del progetto di cui siamo stati promotori abbia ottenuto un così importante riconoscimento internazionale – hanno dichiarano il presidente del Fondo Parchi Agroalimentari Andrea Segrè, presidente CAAB e Fondazione FICO, e il Direttore Generale CAAB Alessandro Bonfiglioli, Segretario Generale di Fondazione FICO -. Lo hanno ispirato un progetto di valorizzazione del bene pubblico e una visione sostenibile, concretizzata con l’apporto di suolo e nel segno dell’energia pulita che alimentava CAAB ed ora FICO, ovvero l’impianto fotovoltaico su tetto più vasto d’Europa. Ci auguriamo che l’endorsement di Mipim contribuisca alla notorietà internazionale del parco e della città di Bologna».

«È un onore ricevere questo prestigioso premio di livello internazionale ha dichiarato Andrea Cornetti, direttore generale di Prelios SGR, società di gestione del risparmio immobiliare che ha finanziato FICO attraverso il Fondo PAI – Parchi Agroalimentari Italiani, ritirando il MIPIM Award al Grand Auditorium del Palais des Festivals di Cannes -. Lo condividiamo con tutti coloro che fin dall’inizio hanno creduto a questo progetto, dalla componente pubblica a quella privata composta da moltissimi investitori. Ringrazio quindi tutti gli attori che hanno partecipato e reso possibile la realizzazione di questa splendida iniziativa».

Guarda la fotogallery di FICO qui: Ecco Fico Eataly World, le filiere italiane pensate in grande