Sm(art) retail, We Built This City vende souvenir d’artista

Sm(art) retail, We Built This City vende souvenir d’artista

    La "cornice" della vetrina viene decorata regolarmente da un artista locale.

    Di sola arte spesso non si campa, e l’hanno provato sulla loro pelle fior di artisti vissuti e a volte morti poveri in canna, mentre i souvenir della cabina del telefono e Union Jack stampata su tutto, dalla tazza alla mutanda, stanno un po’ segnando il passo, e non fanno onore a una città eclettica e sempre in movimento come Londra. Da queste due considerazioni è nato un nuovo concept, We Built This City, negozietto di souvenir che potrebbe passare inosservato in quella mecca del gadget, dell’abbigliamento e dell’accessorio bizzarro che è il mercato di Camden Lock. La sua caratteristica però è che i souvenir e l’oggettistica che vende sono tutti “firmati”: non da grandi marchi, ma da 100 artisti, designer e creativi londinesi.

    Quello d Camden è il secondo temporary londinese del brand, che ha debuttato – non certo a caso – a Carnaby Street, la strada londinese che più turistica non si può. Il successo è stato tale che il negozio qui è diventato permanente. I turisti più esigenti qui trovano gadget dignitosi da portare a casa, i locali oltre ad acquistare possono partecipare ai corsi (pittura ad acquarello, decorazioni in cioccolato) e agli eventi.