Trasporti “circolari”: Waitrose usa camion alimentati dai rifiuti

Trasporti “circolari”: Waitrose usa camion alimentati dai rifiuti

    Waitrose, insegna britannica d’alta gamma, ha annunciato l’entrata nella flotta di 10 innovativi camion alimentati a biometano prodotto dai rifiuti. Le new entry avranno un’autonomia di 500 miglia (circa 850 Km), il doppio di quelli normalmente in uso, e quindi ben più efficienti e quindi “utilizzabili”.  Un vantaggio che potrebbe portare altre insegne ad adottare questo tipo di mezzi. “Potremo fare l consegne nei nostri punti vendita senza dover rifornirli durante il tragitto” ha detto Justin Laney di John Lewis Partnership, proprietaria della catena Waitrose.

    Il biometano emette il 70% di anidride carbonica in meno rispetto al diesel. I trasporti sono responsabili di un quarto delle emissioni che provocano il riscaldamento globale.

    L’insegna britannica è da anni in prima linea in quanto a innovazione, che ormai da qualche anno significa svolta green ed ecosostenibile. Tra le ultime “trovate” ci sono gli alberelli di Natale “commestibili” (di fatto, piante di rosmarino), il risotto senza riso (fatto con sedano rapa e funghi), l’app anti-spreco collegata al network FareShare FoodCloud, gli yogurt alle verdure e la bottiglia di birra da due litri.